Lesbian strapon: usi e caratteristiche di questi sex toys

Lesbian Strapon cos’è?

Lo strapon lesbian, non è come molti pensano lo strapless dildo, il primo nasce e viene usato per lo più sesso lesbo ed è un oggetto erotico/sessuale per la penetrazione anale ( in questo caso detto “lesbian strapon anal“) e vaginale, molto utilizzato sia nel mondo eterosessuale che omosessuale. Questo particolare sex toy è composto da un dildo attaccato ad un sistema di imbracatura indossabile che permette al fallo realistico di diventare una sorta di estensione del corpo dell’utente. Sul mercato sono disponibili molteplici tipologie di lesbian strapon, differenti sia per modo d’utilizzo che per caratteristiche.

Lesbian Strapon: usi e tipologie

Il lesbian strapon è un sex toy oramai molto utilizzato anche nei rapporti eterosessuali quanto durante i giochi erotici lesbo.
Questo oggetto sessuale è principalmente utilizzato dalle donne, le quali, per via della loro fisionomia, possono indossare tutte le tipologie di lesbian strapon. Ne esistono, infatti di diversi modelli sul mercato dei sex toys: ci sono i lesbian strapon tradizionali, ovvero quelli dotati solo di dildo esterno, i lesbian strapon doppi, provvisti sia di dildo esterno che di dildo interno (quello interno va inserito o nella vagina o nell’orifizio anale) e quelli tripli (provvisti di un dildo esterno e di due interni, per una contemporanea penetrazione anale e vaginale). Esistono inoltre modelli di lesbian strapon sprovvisti di dildo esterno che permettono di inserire nell’imbracatura qualunque tipo di fallo artificiale.

Lesbian strapon: come sceglierlo?

Esiste una vasta quantità di modelli di lesbian strapon sul mercato, diversi per via della tipologia d’utilizzo e dei materiali, e, per questo motivo, l’acquisto per gli utenti potrebbe risultare difficoltoso. I modelli in vendita sono moltissimi e si differenziano anche per via dei diversi sistemi d’imbracatura, della quantità e delle dimensioni dei dildo e per la presenza di impianti di vibrazione. Innanzitutto, prima di procedere all’acquisto di un lesbian strapon è opportuno pensare bene al modello che meglio riuscirebbe a soddisfare i propri gusti e quelli del o della partner.
Un’altro dei fattori che è opportuno tenere a mente quando si intende acquistare un lesbian strapon è la qualità del sistema di imbracatura. Spesso, infatti, i modelli più economici hanno il dildo esterno fissato direttamente su una fascia elastica, caratteristica che non permette al fallo di rimanere in posizione e, dunque, rende difficile la penetrazione. I prezzi cambiano molto a seconda delle caratteristiche: il costo può variare dai 40 ai 250 Euro.

Quali materiali preferire per questo sextoy

I materiali utilizzati per i dildo influiscono molto sia sul prezzo che sulla qualità del sex toy. Tra i più amati e i più costosi, troviamo il cuoio, materiale molto utilizzato per la produzione di giochi erotici in quanto è piacevole, morbido e si adatta velocemente alla temperatura corporea dell’utente. L’unico difetto dei lesbian strapon in cuoio è che questo materiale ha una scarsa durata ed è piuttosto difficile da pulire. I sextoys in lattice sono più economici ma anch’essi hanno il difetto di durare poco e di rovinarsi facilmente. Da evitare assolutamente i giocattoli sessuali in PVC: questo materiale è molto economico, ma rilascia delle sostanze cancerogene nell’organismo.
I materiali più consigliati quando si parla di lesbian strapon sono dunque il nylon e la pelle sintetica, che sono semplici da pulire e non si deteriorano nel tempo. In ogni caso, per evitare che il dildo si rovini e per facilitarne la pulizia, è consigliabile ricoprire il fallo artificiale con un profilattico, assicurandosi di sostituirlo prima di ogni penetrazione.

Per il tuo Lesbian strapon clicca qui

Quali sono i Migliori siti di Annunci Sessuali?

Sul web sono presenti tantissimi tipi di piattaforma di annunci sessuali, ognuno dei quali contraddistinto da delle caratteristiche completamente differenti tra di loro.
Vediamo ora quali sono i migliori siti per poter incontrare un partner e per leggere tante tipologie di annunci per gli incontri a base di sesso.

Bakeka.it

Bakeca-annunciIl primo sito nel quale è possibile trovare una vasta serie di annunci è il portale online conosciuto col nome di Bakeka.it.
Questo particolare sito permette, alle persone che lo desiderano, di poter trovare diversi annunci.
Ognuno di essi e composto da alcune caratteristiche uniche: la prima consiste nel fatto che, ogni singolo annuncio, è composto da un linguaggio assai spinto, che stimolano di fatto la voglia di incontrare quella determinata persona.
Inoltre, nella maggior parte dei casi, in ogni annuncio vi è una o più foto a seconda della persona, che la ritraggono in pose sexy e talvolta nude.
Ogni singolo annuncio contiene tutti questi elementi intriganti, accompagnati dal numero di telefono o contatto privato di chi pone l’annuncio.
Su Bakeka.it, nella sezione incontri, i vari annunci sono suddivisi per regione, città e anche per preferenze sessuali: pertanto sarà possibile trovare uomini e donne etero, transessuali, persone omosessuali e in qualche occasione coppie di scambisti.
Il servizio è completamente gratuito, e proprio questo rende Bakeka Incontri molto apprezzato, anche perché raramente si rischia di incontrare una persona che sia differente dalle immagini che ha inserito.

Morenasex.net.

morenasex.netAnche in questo sito gli annunci per consumare un rapporto sessuale sono tantissimi, sicuri e differenti tra di loro.
Ma quali sono le differenza tra le due piattaforme?
Se su Bakeka le categorie sono quelle classiche, su Morenasex.net, queste risultano essere maggiormente dettagliate: ad esempio, sarà possibile poter leggere annunci di sesso che rientrano nella categoria Car Sex, ovvero il sesso in auto, gioco che è divenuto molto famoso, apprezzato e praticato da persone single, coppie o da altri che hanno una relazione ma che non sdegnano una relazione fugace.
Tutte queste categorie offrono una panoramica abbastanza vasta e completa, visto che ogni persona potrà consumare il rapporto sessuale che desidera.
Anche in questo caso, ovvero nell’utilizzare il sito web di Morenasex.it, chi decide di leggere gli annunci e partecipare a questi particolari incontri non dovrà spendere nemmeno un centesimo, sia per la lettura degli annunci nelle varie categorie, sia nel rispondere al suddetto.

Isoladelpeccato.com.

Altro sito molto utilizzato e semplice da sfruttare risulta essere Isoladelpeccato.com, sito di annunci sessuali nel quale gli annunci risultano essere numerosi.
Questa piattaforma si presenta in maniera assai ordinata, ed offre una panoramica generale.
A renderla unica nel suo genere è la tipologia di annunci: molti di essi sono abbastanza lunghi e descrittivi, caratteristica che potrebbe essere inserita nei pregi, visto che la storia di chi inserisce l’annuncio descrive tutta la sua storia e soprattutto le pratiche sessuali che adora effettuare.
Saranno diversi i metodi che potranno essere adoperati per poter contattare gli inserzionisti, ognuno dei quali viene scelto da chi inserisce l’annuncio.
Non solo il classico numero telefonico dunque, ma anche mail ed altri metodi, che permettono di parlare direttamente con l’inserzionista.
Anche in questo caso, persone adulte, mature e giovani, così come maschie e femmine, coppie e single, travesti e altre tipologie di persone sono presenti in questa piattaforma, seppur la suddivisione sia meno completa e ordinata rispetto Morenasex.net.

Dueperdue.org.

Questa piattaforma, contenente annunci sessuali, si presenta con una caratteristica unica: il sito nasce per le coppie scambiste in maniera principale.
Si tratta quindi di una piattaforma che consente alle persone di sperimentare nuove emozioni di tipo sessuale.
Ogni annuncio avrà il suo testo descrittivo, con tanto di presentazione della coppia e abitudini sessuali, e quello che la suddetta cerca nelle altre coppie.
Sarà dunque possibile incontrare persone che hanno voglia di avere un rapporto sessuale con più persone o chi vuole semplicemente effettuare lo scambio dei partner.
Vi è anche una piccola sezione per le persone single, seppur quella per gli scambi sia maggiormente curata.

Queste sono le piattaforme maggiormente affidabili che possono essere sfruttate da chi adora leggere gli annunci di sesso sul web e vuole effettuare, ogni giorno, degli incontri sempre differenti ed eccitanti.

Il porno è stato Bannato dai Google Glass

Decisione contestabile da parte di Google, e soprattutto degli amanti del sesso e della tecnologia: il porno infatti è stato bandito dai Google Glass, e pertanto questo settore non potrà utilizzare le nuove tecnologie per evolversi.

Niente pornografia sui Google Glass

Triste notizia per coloro che amano il mondo a luci rosse, e che non disdegnano l’utilizzo dei dispositivi tecnologici per poter vivere nuove esperienze a sfondo sessuale.
Google infatti, in un comunicato stampa del 2013, ha annunciato che sarà possibile scaricare le diverse applicazioni per i Google Glass, ma che quelle pornografiche non avranno alcune possibilità di essere installata.
Una decisione presa in merito alle direttive che la stessa Google ha impartito agli sviluppatori delle tante applicazioni: nessun contenuto a sfondo sessuale o contenente nudità parziali o totali potrà essere contenuto in un’applicazione sviluppata per i Google Glass e per gli altri dispositivi di Google.
Un settore in continua espansione dunque che deve rinunciare all’utilizzo della tecnologia, che effettivamente avrebbe permesso agli amanti di entrambi di poter gioire del piacere che determinate applicazioni possono dare.
Non sono state però escluse le applicazioni che permettono di poter organizzare degli incontri clandestini, in quanto in esse difficilmente è possibile notare nudità, e dunque le suddette non violano i termini e condizioni di Google.
Due pesi e due misure che hanno diviso l’opinione pubblica, visto che da una parte vi sono coloro che hanno accettato e condiviso la scelta imposta da Google, mentre dall’altra coloro che non hanno ben gradito l’operazione che il colosso ha deciso di adottare.

L’unica applicazione porno per i Google Glass

A sfidare le direttive imposte di Google però ci ha pensato la Mikandi, che da diversi anni è proprio specializzata nella realizzazione di applicazioni pornografiche per dispositivi mobili.
I responsabili hanno creato infatti una piccola app che avrebbe permesso a tantissimi utenti di poter girare dei video amatoriali grazie proprio all’utilizzo dei Google Glass.
Questa consisteva nel permettere di registrare un filmato a luci rosse, ed in alta definizione, con inquadratura in prima persona.
Colui o colei che indossava i Google Glass infatti, avviando l’applicazione, aveva la possibilità di poter riprendere ogni singolo atto del rapporto sessuale, creando un filmato differente da quelli classici, i quali avrebbero avuto proprio una visuale in prima persona.
Una volta che il filmato veniva girato, e dunque giungeva al termine, l’applicazione bloccava la registrazione e la memorizzava nella memoria interna dei Google Glass.
I protagonisti del filmato avevano poi la possibilità di condividere sul web il loro filmato, oppure di tenerlo nella memoria del dispositivo, così come potevano scegliere di cancellarlo.
I responsabili della Mikandi hanno sostenuto che, nel momento del lancio, ben venti persone avevano scaricato l’applicazione, e che tantissimi utenti hanno osservato il video amatoriale realizzato da coloro che hanno voluto utilizzare la telecamera e l’applicazione del dispositivo mobile.
Un successo incredibile che però è durato un guizzo, visto che Google non ha di certo gradito questa sorta di iniziativa

L’occhio vigile di Google

Quando Google impone una legge, questa deve essere rispettata da tutti coloro che aderiscono al servizio, e se anche una sola regola dovesse essere infranta, Google potrebbe adottare dei comportamenti tutt’altro che leggeri.
E questa è stata proprio la legge che Google ha deciso di applicare nel momento in cui è venuta a scoprire dell’esistenza dell’applicazione della ditta Mikandi.
Essendoci nudità e rapporti sessuali, alcuni dei quali con protagonisti minorenni, l’azienda di Cupertino non ha tardato a prendere un provvedimento per molti definito drastico, ovvero la rimozione dell’applicazione realizzata dalla ditta Mikandi.
Google ha fatto in modo che, coloro che avevano installato l’applicazione, fossero impossibilitati ad utilizzarla, cancellando ogni dato relativo alla suddette applicazione, impedendone appunto l’utilizzo.
La Mikandi dunque si è dovuta arrendere al volere di Google, che ha ribadito i suoi concetti ed ha dimostrato che le sue leggi non possono essere infrante.

Per il mondo a luci rose dunque pare non vi sia spazio alcuno, in quanto non esistono applicazioni pornografiche per il dispositivo mobile di Google Glass, almeno fino ad ora, visto che i cambiamenti potrebbero avvenire tra diversi anni.